Pubblicato da: scopriamolabruzzo | 19 gennaio 2009

Cocullo…un paese ricco di storia!

Oppidum Coculli è il nome del paese che Strabone in età romana diede al piccolo borgo che si trova dopo [[Corfinio]] e prima di [[Alba Adriatica]], lungo la Tiburtina. Veduta di CoculloCome ben si può immaginare, le origini di questo paese sono antichissime e non c’è da sorprendesi.

Basta dare uno sguardo alla storia dei comuni abruzzesi montani per rintracciarne un unico filo conduttore: le date della formazione dei primi agglomerati, tutte riconducibili ad un’epoca piuttosto precoce rispetto a quelle dei paesi di altre regioni e della stessa zona costiera dell'[[Abruzzo]].

D’altra parte, testimonia la sua antica esistenza anche lo scrittore Ovidio, quando menziona le famose serpi di [[Cocullo]], solitamente deposte sull’altare dell’Ercole Curino. Dell’epoca resta ben poco: è visibile solo un’antica colonna incastonata in un muro! Numerose, invece, sono le testimonianze medievali, che spesso però non risaltano visitando la città. In verità, Cocullo è conosciuta non tanto per la sua storia, che affonda radici in tempi lontani, ma per le sue tradizioni. Ogni abruzzese – e si spera anche qualche italiano – conosce, per sentito dire o per diretta esperienza, la famosa Festa dei Serpari, che si tiene proprio a Cocullo.

Le origini di questa ricorrenza sono senza dubbio pagane – a livello contenutistico, ancora oggi, sembrerebbe non esserci granché di spirituale in tutto il rito – ma è noto anche che alcuni culti pagani abbiano perso nel tempo il loro significato originale e che si siano così trasformati da divenire parte necessaria e integrante della ferrea cultura di paese. Motivo questo per cui tutti gli abitanti e gli autoctoni del luogo tengono molto a questa tradizione e non rinuncerebbero per nulla al mondo alla giornata che ogni anno – il primo giovedì di maggio – viene anche dedicata a San Domenico. I festeggiamenti in onore del santo sono, infatti, strettamente connessi alla festa e, in questo, si può riscontrare la fusione del paganesimo con la fede cristiana, acquisita in un tempo successivo. Durante la festa i colubridi – specie di bisce mansuete che a detta di qualcuno sono semi addormentate – rimangono in bella vista aggrovigliate sulla statua del Santo che viene portata in processione per le vie del paese.

Legata alla tradizione pagana è anche la credenza popolare secondo la quale se una serpe cade a terra durante la processione, la raccolta e l’annata seguenti saranno molto scarse. Se al contrario tutte le serpi rimangono attaccate alla statua votiva, l’anno sarà propizio sia per le colture sia per il paese. Al termine della processione le serpi, catturate in primavera dai serpari, vengono nuovamente liberate nelle montagne. Fino a poco tempo fa, venivano uccise in piazza, in rimando ai sacrifici pagani di cui abbiamo detto. Poi la sorprendete benevolenza dei cittadini verso questi animali, per i più viscidi, ha avuto la meglio.

San Domenico ha il ruolo di proteggere gli abitanti e, a ben guardare, l’unica connessione con i serpenti è quella di riuscire a combattere il loro veleno per i poteri che la devozione popolare gli attribuisce. Al di là di quello che è l’aspetto meramente storico e lasciando correre il significato religioso, consiglierei a tutti di visitare un paese come [[Cocullo]], perché manifestazioni di questo genere sono rare da vedere. Qui potrete passare una giornata sentendo vibrare per le vie del paese quell’eco lontano degli antichi abitanti e della loro antica e oltremodo bella tradizione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: